Il signor Tang era preoccupato per suo figlio, da bambino era molto intelligente, ma crescendo era stato preso da follia. Quando sentiva un canto pensava fosse un pianto, un profumo lo considerava puzza, il dolce per lui era amaro, il bianco era nero e il nero era bianco. “Andando avanti così – si diceva il povero padre – confonderà l’amore con l’odio.”

 

“Come in un sogno che mi ricava”

Come un sogno che mi ricava, quante volte ho visto le stelle brillare lassù.
Guardavo questa neve bianca come il suo cielo da lassù, un velo magico imbiancava tutta la terra, non ricordo mai nessuno spettacolo così meraviglioso.