Sappiamo che Socrate praticava la postura dell’uomo libero e che vi rimase immobile un giorno e una notte, e che poi concluse il suo esercizio “sollevando le mani al sole”, dinamica presente in tutte le pratiche meditative.Tutte queste pratiche rappresentano un insieme variegato di tecniche per regolare l’equilbrio corpo mente.

Il termine ‘Yoga’ significa ‘aggiogare’, ‘mettere sotto controllo’. Lo scopo di queste pratiche infatti è “aggiogare le funzioni della mente”, la capacità della mente di non lasciarsi dominare dagli automatismi.

Anche le pratiche del taoismo tendono al “digiuno della mente, nutrimento della vita”, ma rifuggono da immagini e mantra, tendendo semplicemente al vuoto supremo.

Il Dalai Lama dice di soggiogare il “cicaleggio interiore, trambusto di traffico senza fine” tramite il lasciar “fluire liberamente ogni pensiero, indipendentemente dal suo contenuto, senza giudicarli né reprimerli.”

È stato il greco Aristofane a darci l’idea delle nuvole per l’esercizio 3MinAlDì , quando ne “Le Nuvole”, appunto, allude alla tecnica insegnata da Socrate:

Medita adesso e concentrati profondamente, con tutti i mezzi avvolgiti su te stesso. Se sei in difficoltà corri svelto in un altro punto della mente”.

Quindi: le pratiche meditative, sia in Grecia che in Cina, sia in India sia presumibilmente nell’antico Medio Oriente, non sembrano sostanzialmente dissimili, sia nelle finalità sia nelle tipologie fondamentali. Tutte le pratiche rispondono agli stessi principi, in primis “Aderire alla Natura” , “Camminare sulle orme del Padre.” "Svuotare la tazzina".

 

Tratto da "La Spilla del Farmacista", libro terzo: "I Simboli di Salute"

 Nota: come vedremo in tutti gli interventi su questo sito la pratica meditativa consiste essenzialmente ne "mettere il filo a piombo" e unire Alto Basso, Mente Corpo, Cielo Terra. A questo punto nel disegnare una Croce Interna collegando Destra a Sinistra, Est a Ovest. È però essenziale allora, visto che in questo modo si é in un piano come se disegnati su un foglio, considerare che la Croce si espande nelle Tre Direzioni, quindi Creare Volume collegando Avanti-Dietro come nella postura del Dono, posizione che regolarmente i cattolici dovrebbero saper praticare durante la Santa Messa.

Per approfondire

La Filosofia della Salute

I Simboli di Salute

La Pratica di Salute

3 Minuti al giorno

 

Per una postura meditativa corretta

(e basterebbe già questo)

La postura eretta

la Postura dell’uomo libero

 

Il Segreto di Ulisse

La Postura del Dono

Corso Video Nei Gong