le applicazioni


"Non si tratta di Alternativa ma di Alterità"  (P.P.Pasolini)

Che cosa è l'Alterità? E' un altro modo di vedere le cose. Ad esempio: Immaginate un pianeta in cui gli abitanti vivono in armonia tra di loro e con la natura. Immaginate un pianeta in cui non esiste la moneta e l’alimentazione si basa esclusivamente sull’agricoltura. Immaginate un pianeta in cui non esistono automobili, traffico ed inquinamento, un pianeta in cui tutti hanno accesso diretto e paritario alle risorse naturali e non le sprecano né le sfruttano.
Vi invitiamo a vedere il film di Coline Serreau del 1996. “Il Pianeta Verde”


Un giorno Dio creò il cielo, la terra e tutte le cose, infine nel mezzo ci mise l'uomo a far da custode. Ma pian piano la terra fu ricoperta da asfalto e il cielo da smog e palazzi. Allora l'uomo fu colto da una strana follia: faceva buchi dappertutto. in cielo in terra e in ogni luogo.

Faceva buchi nell'ozono, faceva buchi nelle banche, buchi nel cervello, ma soprattutto buchi nell'acqua.

 

C’è sotto ogni storia, da sempre, la stessa verità, malgrado la si racconti in diversi luoghi, in diverse lingue, con diverse immagini.

La pace si fa cercando di capire quali sono i principi che uniscono, non distinguendoci l’un l’altro perché siamo più bravi. La Verità non è cosa da uomini, perché ogni uomo in quanto uomo sa “di nulla sapere”, ma può essere cercata guardando in alto, ascoltando le stelle. E la storia più bella del mondo c'è la racconta appunto, da sempre, una stella:

"Salve a te uomo delle caverne, io mi chiamo Sirio, sono la stella dell’Est, la più luminosa del cielo notturno. Sono proprio io quella stella che nella notte di Natale ti indica il punto dove il Sole risorge, ogni anno, per tutti, da sempre...

 

 

 “… chi lo avrebbe mai detto che infine sarei uscito fuori da quel buco nero che credevo fosse tutto il mio mondo, chi lo avrebbe mai immaginato che alla veneranda età di quasi settanta anni io mi ritrovassi a vivere la più stupefacente storia d’amore, la più esaltante delle stagioni erotiche di una vita intera, che iniziassi solo a questo punto a vivere, perché fino ad allora, tre giorni fa

 

"Alza la coscia e piscia."

A lei piaceva giocare al cagnolino, nuda, a quattro zampe sul prato inglese del giardino di casa, di notte, con la luna piena. Questo elemento era categorico, altrimenti era troppo buio e si entrava nella storia di cappuccetto rosso e del lupo cattivo, ma era tutta un'altra storia.

 

Divagazione in dormiveglia da 7 respiri e 3 starnuti

Siamo su un lago sui monti nudi
Ma vicino c'è un ombroso bosco di pini.