Solo dopo tempo mi sono accorto, grazie a gli ospiti di un Centro Diurno di Salute Mentale, che anche con L’Invidia del Peppe ho svolto, per deformazione professionale, un lavoro di Educazione alla Salute. Ancora una volta a dimostrarmi come l’Arte abbia in se un principio terapeutico.

La lezione che ho ricevuto dai miei amici in sintesi è questa:

“Se uccido due persone rischio l’ergastolo.
Se racconto un doppio omicidio rischio il Premio Strega.”

 



L’Invidia del Peppe si compone di tre parti:
Prologo (20.pagine)
Il gialle (3 pagine)
Epilogo (40 pagine in 64 quadri, come gli esagrammi dei King, antico testo cinese, anche tantrico)
L’assassino si conosce dalle prime righe, resta solo da scoprire, in un vorticare di colpi di scena a volte esilaranti, tutto il resto. Perché non c'è resto.

"L'ho uccisa io. Ma non ne ho colpa. La responsabilità è tutta del Peppe... E’ lui che ha armato la mia mano. La polizia non ci raggiungerà mai. Lei era sposata e non voleva che nulla del nostro rapporto uscisse all'esterno. La perfezione nell'organizzare i nostri incontri rasentava la paranoia. Per quel che poi riguarda lui, il Peppe, dubito che riusciranno mai a ritrovarlo sul fondo del fiume dove l'ho scaraventato".


Un erotic thriller ironico e divertente.

Persino la vittima, non si saprà chi è veramente.

Chi scoprirà l'assassino sarà tutt’altro che addetto ai lavori.

L’ultima ruota del carro, ovviamente una donna, avrà finalmente successo.

La suspence si alterna alla commedia dell’assurdo, quindi é tutto reale.

 

L'Invidia del Peppe

 

 

 

ACQUISTA su

 

 

VAI SU IBS,IT A EURO 10.20

o richiedendolo ad una Libreria Indipendente

o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ANCHE SU

La Feltrinelli

 Unilibro 

Libreria Universitaria

ALTRO MONDO

 

OPPURE IN E-BOOK

Acquista i farmalibri