“Gli opposti sono tra loro in un equilibrio dinamico, non statico, che si evolve nelle tre dimensioni dello spazio.”

Durante lo studio dedicato alla Spilla del Farmacista ci siamo trovati da Eraclito con il suo Logos Indiviso; è stato giocoforza riprendere in mano il Tao Te Ching, il testo di Lao Tzu, vissuto nel V secolo a.C. in Cina. 

 

La legge segreta del mondo risiede nel rapporto di interdipendenza di due concetti opposti che, in quanto tali, lottano fra di loro. Nello stesso tempo non possono fare a meno l’uno dell’altro."

Nel nostro libro dedicato alla Filosofia di Salute siamo incappati in Eraclito nel 535-475 a.C. Detto l'Oscuro forse questa nomea se la meritò tutta intera, eppure oggi ci svela un Grande Segreto.

 

 

“La salute di un organismo è data dall’equilibrio chiamato ‘crasi’. Se vi è dis-quilibrio, cioè ‘discrasia’, vi sarà malattia”.

Questa era la visione di Ippocrate, che è ritenuto fondatore della Medicina. Visse a Coos, un'isola orientale della Grecia, nel 460 - 377 a.C.. Platone scrive che già ai suoi tempi Ippocrate era considerato il medico per antonomasia, “famoso sia per il suo insegnamento sia per alcune sue teorie”. Aristotele lo definisce “grande non per statura ma per talento”.