Questi quattro insiemi sviluppano le loro possibilità di movimento attorno a dei cardini fondamentali costituiti dalle articolazioni: occipito-atlantoidea, sterno-clavicolare, lombo-sacrale, coxo-femorale.
Tali cerniere o giunti sono dei veri e propri "nodi funzionali e strutturali", punto di smistamento e regolazione di sforzi tra l'asse centrale e gli arti. La loro libertà di movimento è fondamentale, devono essere perfettamente coordinate l'un l'altra; basta che anche una sola sia bloccata perché tutta la struttura ne risenta.

 

Analizziamo uno per uno questi insiemi funzionali, per cercare di capire come sono relati e come interagiscono l'un l'altro: ciò ci permetterà di comprendere meglio come “funzionano” i principi e come noi possiamo avere un corpo forte, una mente tranquilla e uno spirito sereno.

Le Nove Perle
Nei classici sta scritto:
"Se si fa circolare il Qi nelle nove perle, allora non ci sarà nessun luogo dove il qi non possa arrivare."
Le nove perle sono disposte lungo il telaio costituito dai quattro insiemi funzionali, e sono:
- A - Le prime tre disposte lungo la colonna: 1° il collo; 2° la zona dorso / lombare; 3° l’osso sacro (che si articola nel bacino con l’articolazione sacro/iliaca)
- B – Le seconde tre disposte lungo l’arto superiore: 4° la spalla (articolazione scapolo/omerale); 5° - I gomiti; 6° - I polsi
- C - Le ultime tre disposte lungo l’arto inferiore; 7° - Le anche (articolazione coxo/femorale); 8° - Le ginocchia; 9°- Le caviglie

Le Nove Perle, veri e propri giunti biologici, determinano la capacità di movimento del "sistema mobile umano".

Per capire, nei limiti delle nostre limitate conoscenze, il complesso fenomeno del movimento naturale umano (la parola naturale si riferisce al movimento vivo tale e quale è realmente, esente da artifici e convenzioni da laboratorio), bisogna dirigere l'attenzione verso la funzione a cui ogni perla è deputata, e al rapporto tra la funzione, la forma e la struttura in un’ottica di tipo analitico, olistico e sistemico. Mettere in relazione la "forma" e la "struttura" con la "funzione", ci permetterà di capire, nel loro significato più profondo e vivo, non solo:
a) come le Perle sono fatte e funzionano (analitico);
b) la interdipendenza delle varie parti e il funzionamento globale della struttura (olistico );
c) come la struttura si muove e interagisce nello spazio (sistemico).

Inoltre, la relazione tra "forma", "struttura" e "funzione", ci permette di capire le varie parti del corpo: perché sono fatte così e quale influenza hanno forma e struttura sul piano fisico, energetico e mentale. In questa maniera tanti "segreti" cadranno e sarà più
semplice trasformare in pratica quotidiana espressioni quali: portare l'energia nel sincipite, - affondare il peso nei piedi, - rilassare lo sterno ecc.

CONTINUA…

 

Parte Prima Il sistema mobile umano

Parte Seconda La visione della tartaruga

Parte Terza   Le linee di forza

Parte Quarta La Visione Sistemica

Parte Quinta Lo Yin e lo Yang nell'Arte Marziale