Il Qi Gong del lavaggio dei midolli viene anche utilizzato per trattare l’infertilità, i disturbi dell’apparato genitale, le patologie autoimmuni o da deficit immunitario.

1) Massaggio del baihui : mettere la mano destra( le donne) e la sinistra( gli uomini)sulla testa sopra la fontanella e l’ altra sopra , poi fare 4 movimenti in senso orario e 4 in senso antiorario. Dopo premere inspirando tre volte consecutive ed espirando rilascio tutto per due volte. (Nota: è un esercizio del risveglio, non consigliabile la sera prima di andare a letto.)

2) Massaggio delle ali del naso: posizionare i palmi delle mani sulla fronte in modo che i mignoli vengono a contatto ( spalle e gomiti rilassati), dove i medi si incontrano e’ il punto da massaggiare, massaggiamo 4 volte per due cicli consecutivi, dopodiche’ chiudiamo il naso con i pollici e pinziamo tre volte.

3) Massaggio del punto 20 intestino crasso e 2 punti extra: posizionare i due indici al lato delle narici, tiriamo verso l’esterno inspirando e rilasciamo espirando, emettendo aria dalla bocca. ( sempre 4 volte o multipli di

4). Massaggio delle orbite: si puo’ effettuare in due modi o con i pollici oppure con il palmo delle mani , in modo che il centro delle mani sia sempre su gli occhi , cioe’ leggermente concave. I movimenti si eseguono dall’interno verso l’ esterno se debbo scaricare contrario se debbo ricaricarmi.

5) Massaggio dei punti 1 cistifellea e 19 intestino tenue: prendere con il mignolo il punto X vicino all’occhio, con il medio premere a meta’ tra l’orecchio e l’occhio e mettere l’anulare vicino al punto del drago, premere 4 volte.

6) Aprire il canale uditivo:mettere l’ indice all’interno dell’orecchio,i pollici sotto il mento, all’interno delle fossette, ed il medio sopra l’orecchio. Inspiriamo spingendo l’indice dentro l’orecchio verso l’alto ed espiriamo spingendo verso il basso. Quando abbiamo finito stappiamo l’orecchio estraendo l’indice.

7) Massaggio del punto 19 intestino tenue: premere il punto vicino al drago cioe’ vicino all’orecchio inspirando ed espirando 4 volte. Il punto si trova aprendo la mandibola.

8) Battere il tamburo celeste: mettere i palmi delle mani sopra le orecchie piegandole e facendo in modo che i due medi si tocchino, posizionare l’indice sul medio e farli scrocchiare per 32 volte.

9) Battere i denti: battere i denti con la bocca chiusa per 32 volte.

10) Rotazione della lingua: passare la lingua sulle gengive inspirando verso l’alto ed espirando verso il basso ripetere il tutto 4 volte , poi il movimento lo eseguiamo al contrario altre 4 volte. La bocca si riempira’ di saliva che deglutiremo in 3 volte tenendo gli occhi chiusi.

11) Pettinare la testa: trovare con il mignolo il punto piccolino all’interno dell’occhio, massaggiare per 5 volte dall’esterno all’interno, poi apriamo le mani pettiniamo la testa fino ad arrivare con il medio sull’occipite, continuiamo a scendere sulle spalle poi sul petto e lungo i fianchi scaricare sul quarto dito del piede possibilmente muovendolo.

12) Massaggio del viso:mettere il palmo della mano sull’osso frontale e 12 volte verso l’interno poi scendere lungo le ali del naso con le braccia parallele, continuare a scendere sul corpo all’altezza del petto ruotare le mani e portare i medi a contatto,ruotare ancora fino a portare i pollici a contatto e continuiamo a scendere fino al secondo dito del piede.

13) Massaggio dei punti 20 cistifellea:posizionare le mani a rete dietro la nuca premere con i pollici la parte bassa della nuca inspirando ed espirando rilasciamo tutto per 12 volte.

14) Morsa del collo:mani sul collo inspiriamo tirando indietro ed espirando rilasciamo. Iniziare con la mano destra e poi con la sinistra. Bisogna essere completamente rilassati.

15) Rotazione del collo:si inizia partendo da sinistra. Facciamo un leggero allungo della cervicale, ruotiamo a sinistra, andiamo in alto poi a destra e poi torniamo in basso. Mezzo giro inspiro e mezzo espiro. Ripetiamo tutto 4 volte. Poi inizio da destra altre 4 volte. Attenzione questo esercizio non si puo’ fare in caso di miopia o distacco della retina.

16) Movimento delle dita e del polso:posizionare le mani all’altezza del petto con i palmi verso l’ esterno inspirando chiudere uno ad uno le dita partendo dal mignolo a pugno chiuso ruotiamo i polsi ed espirando riapriamo uno ad uno le dita.

17) Movimento del gomito:si parte da sinistra. Gomito sinistro contro il corpo( addosso ai fianchi) inspirando si solleva l’avambraccio con il palmo della mano rivolto verso il basso arrivati in posizione orizzontale si riporta giu’ l’ avambraccio espirando( contraendo ano e perineo) ripetere il tutto 4 volte e poi fare l’esercizio con la destra.

18) Movimento delle spalle: immaginiamo di ruotare l’omero, infatti l’esercizio e’ una circonduzione della testa dell’omero. Portare le braccia lungo il corpo con i palmi delle mani rivolte verso l’esterno, inspirando solleviamo le braccia piegando i gomiti,porto dietro i gomiti chiudendo le scapole apro con i gomiti indietro, distendo le braccia a questo punto scende l’omero e porto giu’ le braccia. Ripetere l’ esercizio 4 volte.

19) Stendere le braccia ed aprire il petto:inspirando con le braccia tese e palmo rivolto verso l’ alto portiamo su le braccia; a questo punto ruotiamo le mani ed espirando iniziamo a spingere verso l’esterno come se spingessimo un muro davanti a noi,poi apriamo le braccia lateralmente come se spingessimo delle porte,in questo passaggio dobbiamo aprire bene il torace, poi torniamo giu’ con le mani.Ripetere volte. Attenzione a non sollevare le spalle.

20) Il drago celeste si avvinghia alla colonna:partiamo con le braccia allargate, il palmo della mano sinistra rivolto verso l’alto e quello della mano destra verso il basso,adesso ruotiamo portando la mano sinistra sulla spalla destra e la mano destra dietro la schiena con il palmo verso l’esterno.Iniziamo inspirando ed espiriamo quando la mano va dietro la schiena. Poi ripartiamo ruotando la mano destra in modo da portare il palmo verso l’alto e quello sinistro verso il basso. La posizione da assumere e’ gambr piegate e piedi distanziati di 2 piedi e mezzo. Non bisogna eseguire questo esercizio a freddo.

21) Rotazione della vita e delle anche: la posizione deve essere quella del cavaliere con i piedi distanziati di 2 piedi e mezzo. Pieghiamo le gambe, glutei allargati e braccia sui fianchi; a questo punto portiamo il peso sulla gamba sinistra piegata( facciamo uscire l’osso dell’anca fuori) e gamba destra diritta,ruotiamo il bacino in avanti, mantenendo le gambe piegate, spostiamo il peso a destra e poi andiamo indietro con il bacino avendo le gambe tese. Meta’ giro lo facciamo inspirando e meta’ espirando. Ripetiamo il tutto volte e poi ripartiamo da destra, avanti, sinistra e dietro.

22) Rotazione delle ginocchia: pieghiamo le ginocchia e posizioniamo le mani sulla rotula in modo tale che con l’ indice ed anulare tocchiamo le fossette situate sulla rotula; a questo punto tirando su la rotula inziamo a girare da sinistra verso destra, tutto cio’ inspirando poi quando stendo le gambe espiro. Poi si riparte ; bisogna eseguire l’esercizio 4 volte a sinistra e 4 volte a destra.

23) Rotazione delle caviglie e dei piedi: partiamo sedendoci sulla gamba destra in maniera che la sinistra sia libera, poi ruotiamo la caviglia dall’esterno verso l’interno, mezzo giro inspirando e mezzo espirando. Ripetiamo tutto 4 volte, poi cambiamo sedendoci a sinistra e lasciando la destra libera, ripetiamo lo stesso esercizio 4 volte.

24) La canna di Bambù. Lavorare sul Jing permette di trasformare lo stato di coscienza che permettendo il contatto alchemico dell’Energia Jing e l’Energia Shen si realizza la connessione tra gli aspetti più materiali e fisici (legati al Jing) e quelli fantastici e spirituali (legati allo Shen).