Home

 L'odierno dibattito sulla Cannabis mi ha ricordato un episodio che chissà come avevo dimenticato. Solo ora, dopo quarant'anni, mi accorgo che è una chicca. Si tratta di Franco Basaglia, il più grande psicoanalista del secolo. Lo incontrai ad un convegno sulla Cannabis nel 1979, quando aperto e aspro era il dibattito sulla "Canna".

                                                                                                                             Corso Video Nei Gong

Le statistiche dicono che oggi si vive di più e meglio, ma sarà vero?
C’era un professore a Statistica (1980) che all’inizio di ogni lezione ci faceva ripetere in coro: «Esistono tre tipi di bugie: la frottola, la fandonia e la statistica.”
Il dato relativo alla "Aspettativa di vita”  spesso non considera l’aspetto qualitativo. Se osserviamo nella tabella il dato relativo alla “Aspettativa di vita sana ” fornito dall’Eurostat notiamo che negli ultimi due decenni questa si è abbassata di 10 anni, soprattutto per le donne, da 71 a 61 anni, il sorpasso. In pratica oggi a 60 anni dobbiamo “aspettarci” di convivere con una malattia cronica, degenerativa, invalidante.



Io sono un farmacista, la mia è l’unica professione che viene retribuita con la vendita di un prodotto. Da quarantanni vivo in un tragico conflitto di interessi: se il paziente guarisce io perdo il cliente. Quando un amico viene con una ricetta con dei farmaci da prendere per tutta la vita io devo essere felice perché è così che ci pago gli stipendi. Si chiama schizofrenia professionale, l’unica terapia, visto che non è possibile conciliare impresa e professione, è cancellare uno dei due elementi. Indovinate quale?

È quello che è successo negli ultimi 40 anni. La storia è scritta meravigliosamente bene nella spilla che portiamo sul petto: il Caduceo. In verità nel Caduceo ci sono due serpenti (Yin e Yang) che si intrecciano armonicamente a spirale intorno ad un bastone con le ali. Filosoficamente stupendo!

.

Nei locali di MusicApolis ad Alatri, lezione intensiva di postura e movimento utile a tutti i colleghi e operatori costretti a lavorare in piedi e a brevi passi veloci tutto il giorno.

Le regole fondamentali di postura fisica equivalgono anche ad una corretta postura mentale, e tutti sanno quanto ne abbiamo bisogno: Il nostro lavoro si è trasformato in rogne e fatica. La fatica a lungo fa male.
Come difendersi? Cambiare testa, d’accordo, ma ognuno è affezionato alla testa che ha. Quindi allenare la nostra naturale abilità di «fare meno fatica per ottenere la massima efficacia», trasformare ogni movimento in gioco terapeutico e preventivo Questo è l’argomento della lezione “propriocettiva” del Maestro Delio Murru il 25 Venerdì dalle ore 21.00 alle ore 23.00.

...
Può sembrare assurdo, lo è, tutto è iniziato da una filastrocca. «C’era una volta Fata Ricotta che aveva una calza rotta…» Era l’anno 2000 e studiavamo le filastrocche per approfondire il problema della iperattività nei bambini e contrapporci all’uso sconsiderato del Ritalin (barbiturici e anfetamina) proposto allora come protocollo. Pubblicammo così «Le Filastrocche di Fata Ricotta». Nacquero «i farmalibri», un gruppo di studio per la educazione alla Salute formato da farmacisti, medici e artisti.