BLOG

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 
Covid ci ha dimostrato palesi contraddizioni del nostro vivere civile, ora non possiamo più far finta di niente.
È strano. Si dice: «La "Crescita" viene dal riconoscere gli errori e tentare di correggerli», mentre se ora esprimo qualche dubbio divento subito negazionista.
Si dice: «Evoluzione non significa fare meglio quel che già si sa fare, ma cercare di farlo in maniera diversa» mentre noi continuiamo ad affrontare i problemi sempre allo stesso modo come per una patologia da pensiero unico.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le Cazzatelle di Oscar Brilli

Ma che cosa è 'sto cervello dell'Uomo? Quanti cervelli sono? Il cervello è un muscolo o un viscere?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Ullallà! Gianrico Carofiglio con un editoriale di oggi su "Domani" mette il dito in una piaga. Partendo dalle falsità di Donald Trump - che a forza di ripeterle poi ci crede veramente - giunge ad una infausta diagnosi di malattia mentale, riconoscibile in gran parte dei nostri governanti. Concordo: si tratta della Sindrome di Hybris.

Concordo pienamente con Gianrico Carofiglio, lo stimo, devo confessare che per emularlo ho messo un sacco da boxe in serra. Lui scrive che «quando si riflette sulla sfacciata attitudine a mentire dei leader populisti si tende a porre l'accento sulla malafede .... La preoccupazione più grave la suscitano quei casi in cui chi diffonde affermazioni false - a volte ridicole - e conoscenze pesudotecniche, non ha solo un intento manipolatorio».
E giunge man mano ad una diagnosi di una patologia psichiatrica. E in seguito ne elenca con esattezza le varie caratteristiche.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Capita anche a te di avere una strana sensazione?
Qui parlano tutti, tutti hanno qualcosa da dire, tutti sono esperti virali. Io invece ho bisogno di silenzio. Sono convinto di non essere solo, siamo maggioranza - Noi siamo una maggioranza silenziosa.
Anche tu sei rimasto inebetito davanti a quel che sta accadendo? - Un cambiamento epocale, che nessuno può sapere come andrà a finire - Non ci sono parole.
Anche tu ti stai chiedendo come è cominciata? È un tornare indietro nel ricordo, solo per capire, ma con la paura di trovarci improvvisamente davanti al vuoto, all'origine del mondo. - Per vedere il futuro tocca tornare seme

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Ho un problema semantico, soffro di una contraddizione in termini, una specie di schizofrenia latente.
Da una parte ambisco a una "visione" di pace e salute per poter affrontare con speranza il futuro, dall'altra mi ritrovo ad essere un "visionario". Qualcosa non torna.

Visione = «il processo di percezione, visiva, uditiva, immaginativa».
Visionario = «paranoico vittima di allucinazioni visive, uditive, immaginative».
Ditemi voi se non c'è da uscire di testa.

L'uomo - si dice - ha bisogno di una 'visione', come un progetto ha bisogno di una di 'finalità'.
Da quando Eva alzò lo sguardo al cielo e un braccio in alto per una visione celeste -la mela di Jobs -
l'uomo è un animale che cammina dritto tra cielo e terra, fatto di mente e corpo, spirito e argilla

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


UNA BUONA NOTIZIA PER LE FARMACIE ASL pr VF/1248: "Attivato il SERVIZIO R.R.F." (Ritiro Ricette da Farmacia)

Ogni mese i farmacisti lasciano la propria sede per recarsi nel capoluogo a consegnare le ricette SSN. Questo va e vieni aggrava ulteriormente tempi, lavoro, costi. In più i farmacisti che sono di turno non possono lasciare la zona nemmeno nelle ore di chiusura.
L'ASL VF, resasi conto dell'abbandono terriroriale, ha istituito il DST (Distretto Sanitario per il Territorio) per attivare il SERVIZIO RRF: «Ogni mese un'ambulanza ormai fuori norma ma con sirena funzionante passerà di farmacia in farmacia a ritirare le scatole delle Ricette SSN.»

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Nell'articolo del 5 maggio ho proposto un appello: TORNARE AL TERRITORIO, ovviamente visto nel minimo contesto sanitario che si può osservare dalla farmacia. Oggi 7 maggio Salvatore Settis, sulle pagine del Fatto Quotidiano, con uno sguardo ben più ampio del mio, ripete lo stesso appello: TORNARE AL TERRITORIO.

«L’emergenza creata dal rapido diffondersi del Covid-19 non sarebbe così minacciosa se non si innestasse su un tessuto planetario ormai determinato dall’indiscriminata espansione delle città: perché è in città – specialmente nelle più grandi – che il contagio è più facile e veloce, la mortalità più alta, le strategie di contenimento più ardue

Per Salvatore Settis « Il vero virus è la città-prigione» l'unica soluzione è TORNARE AL TERRITORIO.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva



Stamattina mi ha chiamato Consuelo - "R.C.F." che stava citando in diretta una frase di Giacomo Leopardi, «L'immaginazione salverà il mondo», che anche io avevo postato nel marzo del 2015. Questo mi ha ricordato quando una volta, al teatro comunale, in diretta, Consuelo mi prese letteralmente in castagna.

Consuelo ha una memoria da elefante e con l'approccio del giornalista sta sempre sul pezzo, mentre io devo sempre elaborare per tempo. Anni prima avevo pubblicato sul "Giornale Fiuggi"  un articolo che iniziava con una frase allora di moda: «Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito."

Sottocategorie