Questo sito web utilizza i cookies per fini statistici ed informativi, senza raccogliere dati personali. Consulta la sezione Privacy per approfondimenti.

Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Alla Pineta di Acuto Domenica 2 Agosto, Incontro TaiJi e Salute

Ciao Amici. Non vi sembri strano che un farmacista, dopo 40 anni di camice bianco, si ritrovi in chimono in una fresca  pineta per parlare di salute. Questo per dare retta a Ippocrate che per prima cosa prendeva il malato e lo portava sull'ìisola di Coos per isolarlo dal quotidiano. Per noi che non abbiamo il mare un bosco fa lo stesso effetto. Poi Ippocrate lo obbligava a vedere due commedie e una tragedia, in pratica "Fare Arte", ed è quello che noi faremo adesso con una pratica di consapevolezza dell'antica Cina. Ma proprio questa pineta raooresenta il nostro doveroso tentativo di vedere un pizzico di cielo tra tutti questi rami frondosi.

 E' una metafora, le troppe false  informazioni, i 'luoghi comuni' omologanti, si intrecciano in alto e ci impediscono di rivolgere uno sguardo bambino alla ricerca del sole e del sogno. Le metastasi di verso il sole. Se chiudiamo gli occhi e immaginiamo i nostri pensieri come nuvole facciamo in modo che passino sospinte dal vento, lasciamole andare dove vogliono, noi cerchiamo di guardare quello spicchio di cielo che ogni tanto si scopre. "Le nuvola vanno, a volte si fermano, nere come il corvo". Anche in tal caso noi cercheremo uno spicchio di cielo sereno, che oltre le nubi c'è sempre.

 Il nostro cervello non è spesso consaoevole di atteggiamenti sbagliati determinati da false informazioni e dai 'luoghi comuni'. Facciamo un esempio: "il tempo è denaro", lo dicono tutti, funziona così, ma chi lo ha detto! Di quale 'tempo' si parla, lineare, ciclico o a spirale? In quale spazio, in quale dimensione, in quale realtà. Dire che "Il tempo è denaro" è appropiato solo in un contesto finanziario-capitalista e non nel campo della esistenza. La fisica dice invece che "Il Tempo è Vita", è "Presenza", è "Eternità in un solo istante".

Un esempio ancora più semplice. Per stare dritti in piedi ci hanno sempre detto: "Petto in fuori pancia in dentro". Ma chi lo ha detto? Chiedetelo ad un gatto, ad un cavallo o ad un qualsiasi altro animale. Guardate il gatto che se ne sta placido, sonnacchioso e rilassato in attesa che passi il topo, è sempre pronto a scattare, rapido e preciso. La verità scientifica  infatti  è un'altra " "Il morbido vince il duro." Per essere pronti ad ogni evento prima di tutto occorre stare calmi e rilassati. Questo avviene anche quando il nemico si chiama 'malattia'. "C'è l'ho duro"... Con il dolore non funziona!

Un equivoco alquanto pericoloso per la Salute è quella storia secondo cui una cosa può solo salire e mai scendere. Ad esempio il PIL e altri parametri del genere. Chi lo ha detto? I principi della termodinamica dicono l'opposto: "Ciò che sale deve scendere". E' persino lapalissiano, basta guardare un'onda, basta notare che dopo il giorno viene sempre la notte, basta  fare un qualsiasi percorso in montagna. Quando si sale poi si scende, Yin Yang. Dopo l'estate viene l'inverno, dopo il piacere il dolore, dopo la malattia la salute. La Vita nell'Universo è un continuo va e vieni, un eterno su e giù, andamento orgasmico.

Ecco, se una cosa possiamo fare oggi è notare come anche nella postura, nel semplice stare diritti in piedi, tutti questi 'luoghi comuni' non fanno altro che impedire la possibilità che noi si riesca a vedere quel pizzico di cielo oltre le nubi nere. Come è vero che se sto rigido perdo subito l'equilibrio, come è verso che se sto calmo e rilassato come un orso sto sempre pronto ad ogni evenienza, come è vero che per alzare le braccia io devo semplicemente mandare spalle e peso in basso, come è vero che per spingere in avanti in realtà io debba poggiarmi all'indietro. Quindi per prima cosa facciamo vuoto nella nostra testa di tutti quei meccanismi mentali che non sono sorretti da alcuna verità scientifica. Facciamo vuoto e lasciamo fare alla natura, che lei, solo lei, sa come realmente accadono le cose.

 

 La Spilla del Farmacista

Il Cantiere della Salute