la scienza


Goccia a goccia Corpomente: "Combatti lo stress ed evita il burnout"

Siamo lieti di ospitare la nostra amica Elèna, attrice e arte-terapeuta, che ci propone un percorso studiato principalmente per il personale sanitario in questo momento difficile per contrastare il rischio di burnout che letteralmente significa esaurimento, crollo, surriscaldamento.

Naturalmente sono utili per tutti, perché per tutti è un tempo di grande stress. Ripetiamo sempre che "dedicare a sé stessi anche se solo pochi minuti al giorno, con costanza e consapevolezza, contribuisce certamente a rafforzare le proprie difese organiche, psichiche e relazionali. Elèna, con tutti i teatri chiusi, ha prodotto questi video con l'idea di poter dare un piccolo aiuto a chi ci aiuta.


Feng shui e pratiche orientali - Il benessere abitativo secondo i principi dell’architettura olistica
Premessa generale – Gli elementi e le direzioni

«Conoscere i principi dell’architettura olistica significa prendere consapevolezza dei luoghi dove ognuno di noi abita in modo da curarne l’aspetto psicofisico ed aiutare il nostro corpo a sviluppare difese immunitarie contro i malesseri che si accumulano durante il percorso della nostra vita.»


Lo Smart Working può essere dannoso alla Salute? Risposta. Sì, se non si rispettano alcuni accorgimenti.
Ecco tre consigli di Arteterapia.
I tre elementi indispensabili da considerare sono: 1) Setting 2) Consegna 3) Tempo

Coronavirus, la scienza, la filosofia

Lo diceva sempre mia nonna: "In qualsiasi momento ti può cadere una tegola in testa". Quando ero piccolo, la sera, quando tutta la famiglia si ritrovava intorno ad un tavolo era una gran festa: "Siamo ancora tutti vivi". I miei erano appena usciti da una guerra, la vita per loro era anche fortuna. Avevano imparato che la vita la si vive ogni giorno, che è una continua emergenza, che è movimento, è mutamento, crescita e morte.


«La Diversità è Bellezza, io ne faccio Arte»
La Mission di Ivan Cottini è "Dimostrare sempre più chiaramente che la mente non conosce disabilità. E Ivan lo ha "chiaramente" dimostrato alla serata finale di Sanremo. 
Da Urbino, 35 anni, "balla con la sclerosi multipla", diagnosticata ormai da 8 anni, ha deciso di "non lasciarsi scippare il futuro dalla malattia". E sabato si è esibito all'Ariston, ospite alla finalissima di Sanremo, con Maria Bernardi, sua compagna di viaggio. «Un solo messaggio: la diversità è bellezza ed è un valore aggiunto per la società


Un articolo sul Foglio mi ha messo in serio allarme: «Cosa succede quando la pseudoscienza si fa Stato? Lo possiamo veder accadere in diretta oggi, attraverso un comunicato stampa rilasciato dal governo indiano per far fronte al rischio sanitario globale costituito dalla nuova infezione da coronavirus cinese.»

Caspita! L'articolo continua così:
«Mentre il mondo si sforza di produrre kit rapidi di identificazione del virus per la prevenzione ed il contenimento dell’epidemia,

Pagliacci veloci in Centro, attività di clownterapia 

Le statistiche dicono che oggi si vive di più e meglio, ma sarà vero?
C’era un professore a Statistica (1980) che all’inizio di ogni lezione ci faceva ripetere in coro: «Esistono tre tipi di bugie: la frottola, la fandonia e la statistica.”
Il dato relativo alla "Aspettativa di vita”  spesso non considera l’aspetto qualitativo. Se osserviamo nella tabella il dato relativo alla “Aspettativa di vita sana ” fornito dall’Eurostat notiamo che negli ultimi due decenni questa si è abbassata di 10 anni, soprattutto per le donne, da 71 a 61 anni, il sorpasso. In pratica oggi a 60 anni dobbiamo “aspettarci” di convivere con una malattia cronica, degenerativa, invalidante.