la scienza


Dalla Rassegna Bibliografica Sistematica* effettuata su circa 450 articoli cerchiamo di rilevare i dati riguardanti l'applicazione del "TaiJiQiCong" (così viene denominato nelle ricerche esaminate) nelle "patologie mentali".

La "Qualità della Vita correlata alla Salute - indicato con HRQoL - è un parametro utilizzato come misura del benessere del paziente e riflette le percezioni dei pazienti sulla salute personale e sulla soddisfazione della vita per un tot periodo di tempo.


Un articolo sul Foglio mi ha messo in serio allarme: «Cosa succede quando la pseudoscienza si fa Stato? Lo possiamo veder accadere in diretta oggi, attraverso un comunicato stampa rilasciato dal governo indiano per far fronte al rischio sanitario globale costituito dalla nuova infezione da coronavirus cinese.»

Caspita! L'articolo continua così:
«Mentre il mondo si sforza di produrre kit rapidi di identificazione del virus per la prevenzione ed il contenimento dell’epidemia,



Non c'è cosa più seria e salutare del GIOCO, che non è un gratta e vinci, non è fare a chi è più bravo o stare in poltrona a stancarsi vedendo qualcuno che corre in TV.
Ogni gioco ha le sue regole, favorisce immedesimazione, ideazione, comunicazione non verbale, immaginazione consapevolezza...
Tutto quel che manca ormai a noi Adulti. È infatti paradossale come i bimbi e i giovani di oggi siano più maturi e umani di noi. Purtroppo questa è la verità.

Le statistiche dicono che oggi si vive di più e meglio, ma sarà vero?
C’era un professore a Statistica (1980) che all’inizio di ogni lezione ci faceva ripetere in coro: «Esistono tre tipi di bugie: la frottola, la fandonia e la statistica.”
Il dato relativo alla "Aspettativa di vita”  spesso non considera l’aspetto qualitativo. Se osserviamo nella tabella il dato relativo alla “Aspettativa di vita sana ” fornito dall’Eurostat notiamo che negli ultimi due decenni questa si è abbassata di 10 anni, soprattutto per le donne, da 71 a 61 anni, il sorpasso. In pratica oggi a 60 anni dobbiamo “aspettarci” di convivere con una malattia cronica, degenerativa, invalidante.

.

Il Maestro Gianni Rodari sostiene che tutto, persino la Fantasia, ha una sua Grammatica. Solo se si conoscono le regole fondamentali di grammatica ci sarà possibile scrivere una qualsiasi cosa, che sia una lettera d’amore o un avviso commerciale, o anche una favola, un saggio, un romanzo...

The Ottawa Charter for Health Promotion  
17-21 novembre 1986. Ottawa, Ontario, Canada

Assistenza, olismo ed ecologia sono questioni essenziali nello sviluppo delle strategie per la promozione della salute. 

La promozione della salute: processo che mette in grado le persone di aumentare il controllo sulla propria salute e di migliorarla.
Un individuo deve essere capace di identificare e realizzare le proprie aspirazioni, di soddisfare i propri bisogni, di cambiare l’ambiente circostante o di farvi fronte.

La salute è una risorsa, non l’obiettivo del vivere. La salute è un concetto positivo non fine a se stesso, i prerequisiti sono “la pace, l’abitazione, l’istruzione, il cibo, un reddito, un ecosistema stabile, le risorse sostenibili, la giustizia sociale e l'equità.”

 

 A proposito di Biomeccanica marziale, M.Flavio Daniele 

 PARTE QUINTA

Le arti marziali sono basate sulla teoria dello Yin e dello Yang, che vuol dire coniugare morbidezza e durezza, lentezza e velocità, stabilità e dinamismo, potenza ed elasticità, espansione e contrazione, pieno e vuoto, leggero e pesante. Questi rapporti, opposti e complementari, devono coesistere in percentuale variabile secondo esigenze e circostanze: 50% Yang / 50% Yin (come nel simbolo del Tao perfettamente bilanciato), 70% / 30%, 90% / 10% e così di seguito, in un mutamento continuo e creativo senza sosta.

Questo vuol dire che anche nel massimo dello Yang ci deve essere un minimo di Yin e che nel massimo dello Yin ci deve essere un minimo di Yang: non puoi essere solo morbido o solo duro, ma devi essere contemporaneamente morbido e duro, leggero e pesante, forte ed elastico.


“Maestro, perché resti in silenzio, non hai niente da dirmi?”
“Perché mai la fonte dovrebbe andare incontro al pellegrino, il pellegrino dimentica a volte di avere gambe per camminare. Chiedi se hai intenzione di ricevere. Quando la terra ha sete tocca a lei chiamare la pioggia.”
“Maestro, allora dimmi, vorrei comprendere.”