«Anche la fantasia - diceva GIanni Rodari - ha una sua Grammatica». Così anche il Movimento.
Che si scriva una lettera commerciale o una lettera d’amore, la Grammatica è sempre la stessa. Se si combatte o si danza le regole del movimento non cambiano. Occorre conoscere, rispettare, applicare le regole della Natura per ottenere un gesto fluido, armonico. connesso: di cuore. La Grammatica è il primo passo verso la bellezza.


«Credo che la Grammatica sia una Via di accesso alla Bellezza: quando parliamo, quando leggiamo, sappiamo riconoscere una bella frase o uno stile elegante, ma quando si fa grammatica si accede ad un’altra dimensione della bellezza. Fare grammatica serve a selezionarla, guardare come è fatta, guardare come è nuda, in un certo senso risulta chiaro che la grammatica è un accesso alla struttura e alla bellezza del linguaggio, non è solo roba che serve a cavarsela in società.» (Muriel Barneby, «L’eleganza del riccio»)



Regola n.1 IL FILO A PIOMBO Allineamento
Coinvolge la testa (sincipite), la colonna progressivamente da cervicali a dorsali, lombari, sacro, coccige, piedi. Si tratta di connettere Testa (Mente /Cielo / Shen) e piedi (Corpo/ Terra/ Jing) armonizzando attraverso il Respiro (Energia/ Spirito/ Qi).
A) Dalla sommità della testa immaginare che sia come sospesa, attaccata al soffitto con un filo., o anche di mettere sulla testa la Corona del Re, così pesante di rubini e smeraldi che bisogna spingere in alto e dritta la sommità del capo. Soprattutto occorre fare attenzione alla posizione del mento perchè “se la Corona cade a terra il Re perde il suo regno”.
B) Dalla prima vertebra cervicale immaginare come se una lumaca la percorresse raddrizzando una ad una tutte le vertebre, a partire sulle 7 cervicali, proseguendo con le 12 toraciche-dorsali, le 5 lombari, le 5 sacrali e le 4-5 coccigee.
C) Ricordare ora che un tempo avevamo la coda, immaginare che questa si poggi a terra ancorandosi e sostenendo tutto il corpo. In questo modo la schiena è piena e allineata, il corpo è rilassato, la terra e il cielo ci sostengono. Accade una cosa interessante da parte di due ossicini a cui di solito si da poca considerazione: gli ischi. Notare come la spinta gravitazionale della colonna sull’osso sacro fa chiudere gli ischi e crea l’arco inferiore

l'attenzione alla testa la testa è come 00:08
che fosse sospesa e legata con un filo 00:11
come avere una brocca in testa preme la 00:14
testa verso il soffitto per avere 00:18
continuamente il cielo con la mente 00:24
portare all'interno e l'attenzione 00:29
alle cervicali le vertebre cervicali e 00:32
camminar le una per una 00:35
puoi seguire quelle dorsali poi quelle 00:40
lombari il sacro e arrivare al coccige 00:45
il codice è la nostra coda la coda va 00:49
fissata terra ancorata fatto questo la 00:53
linea della schiena si allineerà 00:56
perfettamente e si collegherà tra cielo 00:59
e terra 01:00

In questo minicorso il Maestro Delio Murru ci spiega in pochi minuti le prime 5 Regole di Grammatica del Movimento. Le clip sono estratte da un'opera video di 360 minuti del Maestro Delio Murru, "il Bagua Zhang Passo passo", prodotto dal Sentiero Infinito in collaborazione con le Bestie dell'Etna. È disponibile in DVD o su pennetta USB facendo richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o nucleo@farmalibri .it (140 euro, spese postali comprese).