Un articolo sul Foglio mi ha messo in serio allarme: «Cosa succede quando la pseudoscienza si fa Stato? Lo possiamo veder accadere in diretta oggi, attraverso un comunicato stampa rilasciato dal governo indiano per far fronte al rischio sanitario globale costituito dalla nuova infezione da coronavirus cinese.»

Caspita! L'articolo continua così:
«Mentre il mondo si sforza di produrre kit rapidi di identificazione del virus per la prevenzione ed il contenimento dell’epidemia,

rendendo pubbliche linee guida volte soprattutto a minimizzare il rischio di contagio, gli esperti del governo indiano raccomandano per la profilassi preventiva – assicurando che funziona – il preparato omeopatico Arsenicum album 30 CH, una dose per tre giorni a stomaco vuoto. Non basta: si raccomanda un preparato erboristico della medicina Unani (medicina tradizionale islamica) e diversi preparati di medicina ayuverdica al fine di “rinforzare il proprio sistema immunitario».

Questa è la notizia, non c'è da allarmarsi? Che cosa sta accadendo nel mondo, si torna nelle mani degli streghe e stregoni?  Io l'ho trovata allarmante, soprattutto di fronte ad una eventuale pandemia globale. L'articolo induce a pensare che secondo il governo Indiano basta un intruglio di omeopatia, medicina islamica e ayurvedica per difendersi dal Coronavirus, tralasciando tutte le altre difese indicate dalla OMS. Sarebbe di una gravità assoluta. Allora sono andato direttamente alla fonte:

Il Comunicato del Governo indiano inizia così: «In continuazione delle misure preventive adottate il 29-01-2020, di seguito è riportato un ulteriore avviso per i sintomi delle vie respiratorie in possibili casi di infezione da virus Corona.»

"Continuazione delle misure adottate", evidentemente quelle igieniche indicate dalla OMS.  "Ulteriore avviso",  quindi il Governo indiano sta cercando di integrare la terapia in seno ad un approccio olistico (tra l'altro indicato dalla stessa OMS a Ottawa nel 1986) consigliando "misure per rafforzare il sistema immunitario attraverso una dieta sana e pratiche di stile di vita" e "misure profilattiche/Farmaci immunomodulatori in base alle pratiche ayurvediche" e "in base alle pratiche Unani e Omeopatiche".  

«Il sistema AYUSH si basa sulle pratiche sanitarie tradizionali. Il sistema sanitario tradizionale del paese fornisce indicazioni di stile di vita per aumentare l'immunità che aiuta la prevenzione di varie malattie infettive di vario tipo. Recentemente, è stato notato l'epidemia di virus corona che coinvolgono principalmente il sistema respiratorio. Il Ministero dell'AYUSH sta emettendo l'avviso come misura preventiva e non pretendendo di essere un consiglio di trattamento per l'infezione da virus Corona. I consigli di ricerca del Ministero dell'AYUSH sono coinvolti in varie attività di sanità pubblica e forniscono plaudi al tempo per il pubblico in generale.» 

A questo punto mi gira la testa, nel comunicato del Governo indiano non trovo nulla di sconvolgente. anzi, il problema mi si capovolge e un intimo moto di vergogna arrossisce i miei pochi neuroni cerebro-scientifici: io appartengo al mondo scientifico occidentale e mi sto chiedendo: "Possibile che sia proprio la mia scienza ad essere falsa? Cioé: "PSEUDO- SCIENZA"?

Facciamo il punto. La Salute, secondo l'OMS è un Equilibrio psichico-organico-ambientale, quindi la malattia è determinata dalla discrasia tra questi tre fattori. L'intervento medico deve essere di per sé olistico e complementare osservando sia l'aspetto organico, sia mentale, sia ambientale-relazionale, fin qui non ci piove. Prendiamo allora ad esempio la influenza da Coronavirus. Lo schema risulta chiaro:
1) IGIENE (soprattutto!), osservare con disciplina e senza esagerazioni tutte le misure indicate dal nostro Governo.
2) Intervento dall'Esterno (Wei in MTC, come dieta, farmaci, vaccini, agopuntura...)
3) Da un Lavoro Interno (Nei-Qi Gong in MTC, o altro)  in grado di attivare la ippocratica Vis Medicatrix Naturae propria di ogni pianta e animale.

La compresenza di questi tre approcci può favorire la guarigione. Consapevolmente o meno ogni 'paziente' influenzato mette in moto questi tre possibilità terapeutiche, si stende in un luogo protetto, si rilassa con un buon libro, si conforta con un buon brodino di verdure, e prende un aspirina. L'una non esclude l'altra, sono invece complementari. Vi torna? Che cosa c'è di a-scientifico?

Mi viene il dubbio che sia a-scientifico ogni ricerca che non risponde alla nostra mentalità Ratio-Illuministica-Occidentale. Che si prenda con scetticismo ogni notizia proveniente da qualsiasi medicina che non sia la "NOSTRA". Non riesco a capire dove è lo scandalo se il Comitato Scientifico di un Governo Indiano indica  rimedi provenienti da altre Medicine Millenarie pur tenendo ben presente la necessità di un vaccino. E il dubbio si fa atroce: la medicina occidentale dovrebbe smetterla di pensare che la Salute sia un suo esclusivo territorio e che noi si sia unici in quel territorio

Dubito ergo cogito ergo sum, Allora faccio il cartesiano, E il mio dubbio indossa la maschera della certezza continuando a leggere l'articolo del Foglio.

«Può una nazione da centinaia di milioni di abitanti, che si definisce orgogliosamente la più grande democrazia al mondo, promuovere pratiche di pseudo-medicina al punto tale da mettere a rischio la salute dei propri cittadini, prima, e quella del mondo, poi, instillando nella popolazione un falso senso di sicurezza dovuto all’assunzione di preparati di nessuna efficacia contro una malattia infettiva?
E, guardando al nostro paese: dove vogliamo arrivare con la legalizzazione e la penetrazione nel sistema sanitario nazionale della pseudoscienza, in nome del profitto che farmacisti, produttori e praticanti possono ottenere, prima che sia troppo tardi, e ci si ritrovi come in India con un Ministero per la tutela delle pseudomedicine?

Non aggiungo nulla, non entro nelle diatribe della 'strumentalizzazione programmata", ma da queste poche parole io ne leggo una sola: pregiudizio.

Ed è chiaro, mi spiace per il Foglio, che il pregiudizio non è una qualità della scienza

https://www.ilfoglio.it/scienza/2020/01/29/news/pseudoscienza-di-stato-l-india-consiglia-l-omeopatia-contro-il-coronavirus-299088/

https://pib.gov.in/PressReleasePage.aspx?PRID=1600940